Translate

Dolci di Carnevale: la ricetta delle frittelle di riso e una fiaba

hiperica_lady_boheme_ricette_gustose_facili_veloci_frittelle_di_riso_2+copia.jpg


DOLCI DI CARNEVALE: LA RICETTA DELLE FRITTELLE DI RISO

Ingredienti
200 gr di riso, un litro di latte, 2 uova, 100 gr di farina, 50 gr di burro, 100 gr di uvetta sultanina, 2 cucchiai di rum (o di Vin Santo o di Alchermes), 1 cucchiaino raso di bicarbonato, 2 limoni (o 1 limone o 1 arancia), zucchero qb, sale, olio per friggere.
Preparazione
Fate bollire il latte con un pizzico di sale, gettatevi il riso e, dopo alcuni minuti, unite il burro, 50 gr di zucchero e la scorza dei limoni grattata. Fate cuocere bene (il latte verrà assorbito tutto), togliete dal fuoco e lasciate che il riso si raffreddi; a questo punto aggiungete i rossi delle uova, il bicarbonato, la farina, il rum e l'uvetta ammollata e asciugata; amalgamate bene tutti gli ingredienti e, un attimo prima di friggere, incorporate le chiare montate a neve. Prendete un po' di composto aiutandovi con un cucchiaio e friggete in molto olio caldo fino a completa doratura di entrambe le parti delle frittelle. Servitele calde e cosparse con abbondante zucchero semolato.

(Ho preparato queste deliziose frittelle seguendo la ricetta di Paolo Petroni, di cui ho trascritto fedelmente il testo tratto da: "Il libro della vera cucina fiorentina" di Paolo Petroni)


******

FIABA DELLA CAGNA E LA SUA COMPAGNA


hiperica_lady_boheme_ricette_gustose_facili_veloci_cane_sulla_neve.jpg border=

La stagione era cattiva, faceva molto freddo e una cagna si disperava perché non riusciva a trovare un rifugio per i suoi piccoli appena nati. Sarebbero morti di freddo se non avesse trovato subito un cantuccio caldo in cui ripararli. Disse allora a una sua compagna che possedeva una spaziosa cuccia di legno:
- Prestami la tua cuccia, per favore. I miei piccoli stanno per morire di freddo. Riuscirò a salvarli solo se troverò un rifugio caldo e la tua cuccia farebbe proprio al caso mio.
E la compagna le rispose:
- Va bene! Ti presterò la mia cuccia per un po' perché non voglio certo che i tuoi piccoli muoiano di freddo - e uscì lasciando la sua cuccia alla cagna che vi portò i suoi cuccioli.
Dopo un po' la compagna tornò per riprendere il suo posto.
- Adesso la stagione è bella - pensò - e i cuccioli saranno ormai cresciuti. La cagna però trovò subito una scusa per non lasciare quel luogo tanto comodo:
- Abbi pazienza ancora per un po' - disse - i miei figli non sanno ancora camminare, dove potrei portarli? Aspetta ancora qualche giorno.
- D'accordo - rispose comprensiva la compagna - rimani pure qualche altro giorno, io mi arrangerò. Verrò quando avranno imparato a camminare.
Quando la compagna tornò a reclamare il suo posto faceva ormai caldo, il tempo era buono, i cuccioli erano cresciuti. Ma la cagna tranquilla e insolente disse:
- Prova a cacciarci via se ci riesci! Ora i miei figli sono diventati grandi e grossi e se cerchi di mandarci via di qui ti sbraneranno!
E con queste malvage parole la cagna prepotente cacciò via la compagna dalla casa che le aveva prestato con grande generosità e si tenne per sé e per i figli la bella cuccia che non era sua.
La compagna, mentre andava via cacciata in malo modo da casa propria pensò:
- Come sono stata stupida a non capire in tempo che non conviene essere generosi con i malvagi. Ho prestato la mia casa per non fare morire di freddo dei piccoli cuccioli e ora mi trovo ricompensata in questo modo. Così succede quando si presta qualcosa ad un malvagio. Tu concedi un dito e quello si prende tutto il braccio e non c'è più speranza di riavere ciò che è tuo.

(Il testo è tratto dal libro: "Le più belle favole di animali raccontate ai più piccoli", Dami Editore)


12 commenti:

  1. Deliziose le tue frittelle Lady, io col riso non sapevo nemmeno esistessero!
    La tua fiaba è molto vera... e tu... mi manchi!!
    Un abbraccio stretto stretto!
    Buona domenica e dolce notte! ^___^ Any

    RispondiElimina
  2. Ci credi che queste frittelle le prepara mio maritotigre e io no?
    Buoneeeee

    Questa favola non la conosco, io pero' son del parere che il bene va fatto comunque.
    Anche ai malvagi, magari qualcuno si redime...sai mai....

    RispondiElimina
  3. ho anche io il libro di Petroni e le frittelle di riso le prendo da li le ho fatte anch'io...ma come sono buone.

    RispondiElimina
  4. Che dici? Faccio a tempo a prepararle adesso per dopo pranzo? Adesso ci faccio subito un pensierino...

    RispondiElimina
  5. Tesoro, buonissime le frittelle di riso! Ne prendo una !
    anche io penso che il bene sia sempre da fare anche per dare l'esempio1 Nani

    RispondiElimina
  6. Le frittelle di riso sono squisite, ma quel bel pastore tedesco è tuo?? Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. This looks so good..

    Aarthi
    http://www.yummytummyaarthi.com/

    RispondiElimina
  8. un po' amara questa fiaba... ma sì, certe volte sarebbe meglio dire ai bambini che non è sempre tutto rose e fiori e che a volte il bene non è corrisposto... ma forse in questo modo bruceremmo la speranza di avere un mondo migliore... chissà..!
    le tue frittelle sono bellissime e anch'io uso la ricetta del Petroni! la scorsa domenica ho fatto i "suoi" cenci.. meravigliosi!!
    a presto!

    RispondiElimina
  9. Ricas ricas las tortitas lucen tentadoras,también he comido pastas de arroz y son muy saludables;un cuento muy cierto hay que cuidarse de los villanos y la enseñanza a los niños "que el bien siempre triu",abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  10. Cosa ho trovato, le adoro e anche mia mamma. Le devo assolutamente fare.

    RispondiElimina
  11. Look absolutely delicious Paola!!

    RispondiElimina
  12. ciao! che bel blog*particolare*la ricetta poi mette una gran fame!
    mi iscrivo subito al tuo blog,e ti aspetto se ti va sul mio!
    ho anche due giveaway in corso se ti va di partecipare uno MUA e uno MYBEAUTYBOX,ti aspetto!!!
    http://sweetymakeupcandy.blogspot.it/

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento!
I commenti con link attivi e inattivi verranno rimossi
I commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

NIENTE PREMI, GRAZIE!!!
Vi prego di NON assegnarmi premi, in quanto NON ho tempo a disposizione per rispettarne le relative regole!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...