Translate

Antico borgo e seppie in zimino


Nella provincia di Arezzo, tra l'Arno e la zona collinare della catena montuosa del Pratomagno, si trova Loro Ciuffenna, un antico e singolare borgo medioevale. Il suo nome
deriva dal latino laurus (alloro) e Clufennius (nome proprio di origine romana). Ciuffenna è anche il nome del torrente che lo attraversa e sulle cui gole si affacciano, a strapiombo, pittoresche case di pietra. Nel borgo si snodano e si intersecano strette e silenziose stradine lastricate con pietre. Dolci saliscendi interrotti da brevi rampe di scale comunicanti con tortuosi vicoli, immersi nella penombra. Un angolo di tranquillità, caratterizzato da un sottofondo armonioso di cascata e di acqua, che scroscia nel torrente! Un meraviglioso habitat in cui vivono vivaci e guizzanti trote!


******
Cari amici blogger, oggi vi propongo una ricetta con lo zimino: così chiamata la preparazione che prevede l'utilizzo di una verdura cucinata con il pesce, scegliendo fra spinaci, bietole, coste ed erbette. E' un modo particolarmente gustoso di cucinare le seppie e i totani. Il piatto è facilissimo e appetitoso; molto valido ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale...
 
Seppie in zimino


Ingredienti
500 gr di seppie già pulite, 600 gr di spinaci già lessati, poca passata di pomodoro, 1 spicchio di aglio, 1 cipolla di Tropea, olio evo qb, sale e pepe nero qb, peperoncino qb, brodo vegetale qb, un bicchiere di vino bianco.
Preparazione
Per accelerare i tempi, acquistate gli spinaci già lessati (li potrete trovare facilmente in tutti i supermercati). Mettete sul fuoco una casseruola con dell'olio e un bel trito di aglio e cipolla. Unite le seppie tagliate a striscioline, salate pepate e aggiungete del peperoncino tritato. Fate cuocere aggiungendo del brodo vegetale. Prima di terminare la cottura, versate il vino bianco lasciandolo evaporare. A questo punto aggiungete gli spinaci (precedentemente lessati), poi unite 3/4 cucchiai di passata di pomodoro e portate a termine la cottura facendo sobbollire lentamente. A questo piatto saporito ho abbinato un Vermentino delle Colline Lucchesi, colore giallo paglierino più o meno intenso; profumo intenso e delicato; sapore morbido, fruttato, asciutto. Gradazione alcolica: minimo 11°. 
  


****** 

40 commenti:

  1. bon appetir?.... yo quiero tomar de esto, tengo un apetito que me meto en la pantalla.
    Un abrazo

    RispondiElimina
  2. Eles esta gramado com um colorido Apetit. Bom demais. beijinhos

    RispondiElimina
  3. Que piatto con frutti di mare meraviglioso!!!
    beijos!

    RispondiElimina
  4. Cara Lady, il premio te lo sei meritato alla grande!!!
    Ma con tutte queste ricettine appetitose, quando lo aprirai un bel ristorante?!...magari in uno di quei posticini meravigliosi che ammiriamo nelle tue foto!!!
    Bravissima, continua così: è una gioia venire a trovarti!

    RispondiElimina
  5. Que lugar lindo! Que comida apetitosa!

    RispondiElimina
  6. Tutto delizioso, armonico, gentile... come sempre! Le seppie in zimino sono buonissime, equilibrate e saporite. Complimenti.
    Deborah

    p.s. Potresti aiutarmi? Vorrei tanto entrare nel blog di "Luna d'argento" che grazie a te è arrivata sul mio ma non riesco a capire come fare. Non riesco ad andare oltre la sua pagina iniziale per accedere a ricette e contenuti. Come si fa? Grazie, Lady, se anche semplicemente chiederai a lei per me di aiutarmi lasciandomi un post di spiegazione. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ciao Bella Lady, first of all the photos are exquisite; I love everything I see! Bravissima!
    Cioa, ci vediamo maniana! XO

    RispondiElimina
  8. Buongiorno cara, oggi non solo mi proponi una ricetta deliziosa ma mi hai anche fatto scoprire la bellezza di un piccolo borgo dove la mi erborista di fiducia ha il suo laboratorio. Sto meditando di farci un giretto in uno dei prossimi week end ^_^ è troppo bello e le tue foto lo valorizzano al meglio direi.
    Un bacione, sei grande :**

    RispondiElimina
  9. Questi posti dovrebbero essere patrimoni artistici, che meraviglia!!! e le seppie...da farsi la scarpetta in ultimo e lasciare il piatto completamente pulito, sembrano cosi succulenti da fare venire l'acquolina, brava Lady bellissime foto, 10 per le seppie.

    RispondiElimina
  10. ^______^

    farei volentieri una settimana di vacanza a base di Seppie in quel borgo favoloso!!!!
    forse mi rilasserei più lì che in crociera con i tempi che corrono...

    RispondiElimina
  11. bellissime le foto del borgo, e che manicaretto hai preparato!
    io lo proverei anche con una scarola, leggermente più amarognola degli spinaci, ma che cotta mi piace davvero tantissimo!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  12. quel borgo è davero bellissimo!!ma poi questo piatto...delizioso,mai provato il pesce con la verdura,devo rimediare prestissimo!!un abbraccio!!

    RispondiElimina
  13. Loro è sempre magico..tutte le volte che ci vado mi sento bene..è rilassante..
    Bellissime le foto!!! Rendono proprio l'idea!!

    E buonissimi devono essere anche i tuoi totani..

    buona giornata

    RispondiElimina
  14. Ma che bel reportage e che ricetta interessante. Questo borgo deve essere incantevole. Bacioni

    RispondiElimina
  15. j'aime beaucoup cette recette.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  16. Ciao Lady
    Bellissime foto di una terra ricca di antiche memorie perpetuato queste immagini.
    Super delizioso questo modo di cucinare i calamari, una prelibatezza senza dubbio.
    Baci.

    RispondiElimina
  17. Lovely & wanting to visit kinda pictures.... Loved them all...

    Ash....
    (http://asha-oceanichope.blogspot.com/)

    RispondiElimina
  18. Tesoro, come ho più volte scritto amo la Toscana. Tutta. Le sue città d'arte. La natura. I pittori. Ma i borghi sono la mia grande passione. Quei borghi piccoli, antichi, medioevali dove devi inerpicarti per quelle stradine intrise di storia. E il borgo che ci hai presentato è proprio così, un posto meraviglioso che non avevo mai, purtroppo, neanche sentito.
    La cottura in zimino è stupenda, e le tue seppie molto invitanti.
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  19. Ciao il piatto è buonissimo e le seppie sono deliziose...complimenti...baci Luciana

    RispondiElimina
  20. Meraviglioso il borgo e meravigliose le foto!
    Il piatto non è da meno :P

    RispondiElimina
  21. Ciao, è sempre piacevole passare nel tuo blog, viaggiare con le tue foto, assaggiare i tuoi piatti...si riceve bene quello che trasmetti con i tuoi post...,l'ammirazione per la campagna, le cose semplici, piccoli attimi fermati in una foto, accompagnati dal profumo della tua cucina.
    Passa da me per ritirare un premio primaverile per te! baci baci

    RispondiElimina
  22. Lovely post and gorgeous pics!

    RispondiElimina
  23. Come sempre le foto dal tuo blog mi fanno viaggiare in Italia, e mi fa sempre molto bene!

    RispondiElimina
  24. Bellissimo il piatto e fantastici i posti!!
    Complimenti

    RispondiElimina
  25. mi mangerei lo schermo da quanto è invitante!!! complimenti come sempre!! ciao!

    RispondiElimina
  26. Questa ricetta è meravigliosa e qui, nel tuo blog mi sento proprio a casa..... ;-))
    Franci

    RispondiElimina
  27. Vaya lugar bonito para vivir, un sitio para descansar.
    Tu "jibia" está muy sabrosa, me gusta mucho. Todo perfecto, un beso.

    RispondiElimina
  28. Grazie Lady, sei sempre gentile e garbata.

    RispondiElimina
  29. Cara Lady, sono tornata per augurarti un felice weekend e per offrirti un regalino se vuoi passare dal mio blog: è tanto tenero e con tutto il mio cuore!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  30. una foto mi ha ricordato un apeselllo vicino a viterbo...nn mi vviene il nome però mannaggia...

    RispondiElimina
  31. Ciao sono passata a fare un giretto in questo bel borgo. Vieni con me?
    Baci e buon fine settimana Giovanna

    RispondiElimina
  32. encore une merveilleuse recette riche en saveurs, c'est excellent
    bonne journée

    RispondiElimina
  33. Lata de Luxo meu blog.
    Cara mia.
    Amamos o seu blog ,as fotos maravilhosas e as receitas,hummmm Grande abraco.zenaide storino.

    RispondiElimina
  34. Ciao Lady
    Con tutta la simpatia dedico un premio di amicizia, se si vuole sollevare sul mio blog.
    Baci

    RispondiElimina
  35. Cara, certo che la nostra Toscana è unica!!!!
    So di essere molto campanilista ma che dobbiamo fare , la toscana è una delle regioni più belle!!!!!
    Come bella e succulenta è questa tua ricetta delle seppie......FAVOLOSE!!!!!
    Buon We baciotti!

    RispondiElimina
  36. Che immagini suggestive, quelle del borgo... dev'essere un bel posto in cui perdersi.
    E brava anche per la ricetta! Non la conoscevo, ma contiene ingredienti che mi piacciono un sacco e dev'essere da leccarsi i baffi!

    RispondiElimina
  37. Molto bello il borgo. Non conosco tanto la zona di Arezzo...mi sa che a questo punto devo recuperare!
    E la ricetta è deliziosa.
    Ciao!

    RispondiElimina
  38. Ah ecco sono tornata e ho fatto l'associazione tra il borgo ed il bosco. Già mi piacveva prima questo luogo, adesso con le foto del bosco sono ancora + convinta di dover trovare in fretta il tempo per farci una visitina.
    Grazie

    RispondiElimina
  39. Querida Lady Boheme,
    Acabei de passear nesta pitoresca vila através das suas maravilhosas fotos e adorei o pratinho com que nos acolheu neste post encantador! Um grande beijinho

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento!
I commenti con link attivi e inattivi verranno rimossi
I commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

NIENTE PREMI, GRAZIE!!!
Vi prego di NON assegnarmi premi, in quanto NON ho tempo a disposizione per rispettarne le relative regole!!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...